Confederazione Sindacale A.G.L. Alleanza Generale del Lavoro

Confederazione Sindacale A.G.L. Alleanza Generale del Lavoro
(confederazione sindacale dei lavoratori) codice fiscale: 97624870156; atto costitutivo (e statuto) registrato presso l'Agenzia delle Entrate, DP I MILANO-UT di Milano 1, in data 04/06/2012, serie 3, n.7107- sede naz.le:Via Antonio Fogazzaro 1, sc.sin. 3° piano, 20135 Milano, tel.3349091761, fax +39/1782736932, Whatsapp 3455242051, e-mail agl.alleanzageneraledellavoro@gmail.com ; e-mail certificata: alleanzageneraledellavoro@pec.it

mercoledì 18 aprile 2018

ANVG Milano, venerdì 20 aprile, h 18:30: Charles Maurras ed il nazionalismo integrale


20 aprile 1868: 150 anni fa nasceva in un comune della Provenza alle "bocche" del Rodano, Charles Maurras. Pensatore atipico e controcorrente, nazionalista francese, visceralmente antitedesco e monarchico, antisemita, per decenni rappresentò un'alternativa di pensiero, culturale e politica ai partiti democratici, radicali, socialisti e liberali della Francia contro i quali sempre si schierò non risparmiando mai toni polemici ed accesi, quando non violenti. Fondatore di "Action Francaise", oppositore del socialismo, sostenitore di un'alleanza con l'Italia fascista negli anni 30, fu ostile alla Germania e ad Hitler nel 1939 e nel 1940, assertore della guerra, ammiratore e sostenitore durante la "drole de guerre" di de Gaulle e del suo ruolo di modernizzatore dell'esercito francese. Fu anche Accademico di Francia. Collaboratore di Petain durante la Repubblica cosiddetta di Vichy, di cui fu artefice del programma di "rivoluzione nazionale", ma diffidente sia verso Laval, sia verso Doriot, non fu mai pienamente collaborazionista della Germania, tanto da aver salva la vita durante il processo che, alla fine della guerra, lo condannò comunque all'ergastolo, finendo infine per usufruire di un provvedimento di grazia per motivi di salute pochi mesi prima di morire.
Venerdì 20 aprile, alle ore 18:30, in Milano, via Duccio di Boninsegna 21/23 (MM Buonarroti) ripercorreremo la biografia ed il contenuto del contributo politico di Charles Maurras alla storia francese ed europea.
Relatore: prof. Francesco Menna (Consigliere direttivo ANVG Milano)
Chiude: avv. Andrea Benzi (Segretario Generale ANVG - Presidente della Federazione provinciale di Milano)



PATRIA E ONORE





sabato 7 aprile 2018

SEDE AGL DI VIA BRAMANTE 1, MILANO - COME RAGGIUNGERLA - I SERVIZI PIU' RICHIESTI





APERTURA A MILANO, VIA BRAMANTE 1 (CHINATOWN), DI UNA NUOVA ULTERIORE SEDE DI AGL


Grazie all'impegno di Liu Haiyan (resp. Naz. AGL CINA) e di Paolo Zhu ( responsabile della nuova sede sindacale) apre da lunedì 9.4.2018 alle 11,00, a Milano, Via Bramante 1 (Chinatown), un'ulteriore nuova sede di AGL che si va ad aggiungere, a Milano,  a quella di Via Antonio Fogazzaro 1.
In essa, particolarmente nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 11 alle 19, verranno forniti ai lavoratori e ai cittadini (cinesi ma non solo) tutti i servizi offerti già da AGL , particolarmente apprezzati dall'utenza.
Vi aspettiamo numerosi!
(fermata ATM Piazza Lega Lombarda (tram 12 e 14); MM più vicine: MM5 Lilla "Cenisio" o MM Verde "Moscova")

lunedì 26 marzo 2018

APPELLO DI UNA DONNA MUSULMANA AI MUSULMANI CONTRO IL TERRORISMO



Un grido e un appello a tutti gli immigrati arabi e musulmani anche non arabi.
Cari Fratelli e Sorelle, Voi vivete in questo Paese che Vi ha accolto e Vi ha dato lavoro, da mangiare e una casa. Che Vi ha promesso di aiutare anche i Vostri familiari che sono ancora in quesi Paesi.
L'Italia è un Paese che Vi ha aiutato a migliorare la Vostra vita. Per questo avete il dovere di aiutare l'Italia contro il terrorismo. Se sospettate di una persona che possa essere coinvolta in attività terroristiche, sia che si trovi nella zona in cui abitate, sia nei posti in cui lavorate o solamente in strada o in qualsiasi posto, dovete subito segnalarlo alle Autorità di Polizia.
Questo è il minimo che Voi possiate fare per l'Italia per ricambiare ciò che l'Italia ha dato a Voi. E anche per contribuire a battere il terrorismo in tutto il mondo. Perchè il vero Islam non può avere nulla a che fare con il terrorismo. Islam significa Pace.

YASMINA BELATRA, Responsabile Nazionale Lavoratori Arabi e Medio Oriente dell'AGL

domenica 11 marzo 2018

Gabriele d'Annunzio: la politica come arte. Milano, 20 marzo, h 18.15 Associazione Nazionale Volontari di Guerra



Gabriele d'Annunzio fu non solo Volontario di Guerra a 52 anni, ma anche indiscusso protagonista degli eventi politici e culturali dell'Italia del primo '900, in particolare prima, durante e dopo la Grande Guerra.
Sostanzialmente un artista, combattente audace ormai in età più che adulta, avrebbe anticipato e favorito, con la costituzione a Fiume di uno stato libero fra il 1919 ed il 1921 e la sua esaltazione delle rivendicazioni dei combattenti anche dal punto di vista sociale, l'avvento del Fascismo, incapace tuttavia di adattarsi ai dettami ed alle costanti della politica e finendo per essere in qualche modo spiazzato dagli eventi che si sarebbero prodotti.
Dal 1924 e fino alla sua morte, avvenuta nel 1938, Gabriele d'Annunzio fu presidente onorario dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra. Presidente nazionale della stessa fino al 1943 fu Eugenio Coselschi, segretario del Vate a Fiume durante la Reggenza del Carnaro

Martedì 20 marzo, alle ore 18:15 in Milano, presso la sala pubblica della nostra sede (via Duccio di Boninsegna 21/23 - MM Buonarroti) terremo un incontro: "Gabriele d'Annunzio: la politica come arte"
Relatore: Prof. Francesco Menna
Introduce e conclude: Avv. Andrea Benzi 

Vi aspettiamo

Andrea Benzi
Segretario Generale dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra
Presidente della Federazione provinciale di Milano "Manlio e Gioachino Savaré"

PER L'ITALIA SEMPRE!


Ricordiamo sempre che si è aperta la campagna di adesione e di sostegno alla Federazione di Milano per il 2018. 


mercoledì 7 febbraio 2018

ANVG Milano via Duccio di Boninsegna 21/23: 11 febbraio, ricordo della "beffa di Buccari". 19 febbraio "Risorgimento e Fascismo". Adesioni 2018



Cari associati ed  amici,
come avrete appreso, abbiamo pienamente iniziato l'attività per il 2018.
Già domenica 28 gennaio, unici in tutta Milano, abbiamo ricordato la nobile ed eroica figura di Roberto Sarfatti, Volontario di guerra caduto a soli 17 anni al Colle d'Echele il 28 gennaio 1918.
Altri due importanti eventi ci attendono per questo mese di febbraio:
  1. Domenica 11 febbraio, alle ore 18:00, celebreremo il centesimo anniversario della “Beffa di Buccari”, l’intrepida azione condotta da Gabriele d’Annunzio che violò, comandante Costanzo Ciano, la munita base navale austro-ungarica della costa dalmata.
  2. Lunedì 19 febbraio, alle ore 18:15, ci riuniremo per parlare di “Risorgimento e Fascismo”, legame ben testimoniato dal Volontarismo di Guerra. Verranno proiettati brevi filmati d’epoca e verranno mostrate immagini di simboli, monumenti ed opere d'arte, prova della continuità fra i due movimenti storici
E' iniziata poi la campagna per il rinnovo dell'adesione all'Associazione e per la contribuzione alla stessa. 
Dateci una mano a mantenere lo spazio che abbiamo faticosamente conquistato ed ottenuto.
Non mancate, sosteneteci con la vostra presenza.



Andrea Benzi
Segretario Generale dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra
Presidente della Federazione provinciale di Milano "Manlio e Gioacchino Savaré"


giovedì 18 gennaio 2018

ANVG Milano. Domenica 28 gennaio, h 18:00, in onore di Roberto Sarfatti.


Domenica 28 gennaio 2018 è un anniversario importante.
Cento anni fa, il 28 gennaio 1918, sull'altopiano di Asiago cadeva Roberto Sarfatti.
Ragazzo del 1900, volontario di guerra a soli 17 anni, già promosso caporale sul campo, era figlio di Cesare e Margherita Sarfatti.
Il padre era un noto avvocato e deputato socialista.
La madre, di cognome Grassini, era figlia di una facoltosa e storica famiglia di ebrei veneziani. Anch'ella socialista ed attiva nelle file interventiste come collaboratrice del quotidiano "Il Popolo d'Italia", diretto da Mussolini, divenne amica ed amante del futuro Duce, donna fondamentale per la sua crescita culturale e per la sua affermazione politica, incubatrice di artisti nel "Gruppo del Novecento".
A Roberto Sarfatti, uno dei più giovani caduti della prima guerra mondiale, venne concessa la Medaglia d'Oro al Valor Militare, decorazione che onora tuttora il Labaro della nostra Federazione provinciale.
In suo onore, la citta di Milano gli avrebbe dedicato una via, dove attualmente ha sede l'Università "Bocconi".
Nel ricordo di Roberto Sarfatti intendiamo riunirci domenica 28 gennaio 2018, alle ore 18:00, celebrando la sua nobile e fulgida figura di giovane eroe, accennando anche al ruolo della madre Margherita nelle future vicende politiche e culturali nazionali.
Come al solito in Milano, via Duccio di Boninsegna 21/23, presso la nostra sala pubblica.
Ci auguriamo di vederti partecipe a questa iniziativa con cui inauguriamo il 2018, anno che vedrà intensificarsi il nostro impegno.
Andrea Benzi
Segretario generale dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra
Presidente della Federazione provinciale dell'ANVG di Milano 


lunedì 11 dicembre 2017

ANVG Milano, giovedì 14 dicembre, h 18:00, commemorazione dei calciatori caduti nella Grande Guerra

Nelle foto  sopra Giuseppe Caimi e sotto  Virgilio Fossati, calciatori entrambi caduti nella Grande Guerra.



Il 14 dicembre del 1917, veniva mortalmente ferito sul Monte Grappa, Giuseppe Caimi. Volontario di Guerra, alpino, calciatore della Milanese e dell'Inter, medaglia d'oro al valor militare, egli sarebbe divenuto presto il simbolo del contributo dello sport nazionale, in particolare del calcio, alla mobilitazione generale per sostenere la guerra.
All'eroe Caimi fu dedicata una famosa piscina, costruita a Milano nel quartiere di Porta Romana, vero e proprio luogo di benessere e di svago per i milanesi fino ai giorni nostri.

Durante la prima guerra mondiale l'intero mondo sportivo non si sottrasse al dovere di combattere. Molti i caduti delle società sportive e delle squadre di calcio di ogni serie.

L'Associazione Nazionale Volontari di Guerra intende ricordare quei valorosi.
Durante la manifestazione verranno esposti due fotografie, patrimonio dell'Associazione, raffiguranti Giuseppe Caimi.
Giovedì 14 dicembre, alle ore 18:00, in Milano, via Duccio di Boninsegna 21/23, presso la sede dell'ANVG si terrà l'incontro celebrativo e commemorativo: "Calciatori combattenti. 1915-1918"
Partecipate e diffondete.
Andrea Benzi
Segretario Generale Ass. Naz. Volontari di Guerra
Presidente della Federazione provinciale di Milano "Manlio e Gioachino Savaré"

sabato 25 novembre 2017

La Legione Spagnola, passato e presente - conferenza


L'Associazione Nazionale Volontari di Guerra, col patrocinio della Fondazione Hispano Latina e dell'Associazione Nazionale Combattenti Italiani in Spagna, vi invitano a partecipare alla conferenza

"Novios de la Muerte, passato e presente della Legione Spagnola"

Milano domenica 3 dicembre alle 17,30. via Duccio di Boninsegna 21/23 (MM Buonarroti)

Relatori: Riccardo Gentile, Juan Carlos Gentile.

Introduce Andrea Benzi

La conferenza, con video sul tema, concluderà con brindisi legionario con leche de pantera.

Partecipate!!!


lunedì 16 ottobre 2017

Villa Glori ed i fratelli Cairoli, Caporetto, Mentana. Militalia. Iniziative ANVG Milano


Proseguendo nell'attività, la Federazione milanese dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra, organizza tre incontri tematici su tre importanti eventi della storia nazionale.

1. Lunedì 23 ottobre, alle ore 21:00, ci riuniremo per parlare della sfortunata spedizione dei fratelli Cairoli su Roma. Il 23 ottobre del 1867 infatti a Villa Glori, 150 anni fa, svanì il tentativo insurrezionale condotto dai Volontari italiani per riportare sotto la sovranità italiana Roma. Enrico Cairoli sarebbe stato ucciso in un conflitto a fuoco con i gendarmi pontifici ed il fratello Giovanni, avendo riportato gravi ferite, sarebbe morto qualche anno dopo. La famiglia Cairoli, originaria di Gropello in provincia di Pavia, fu una famiglia simbolo del Risorgimento nazionale.

Titolo dell'evento: "O ROMA, O MORTE. Il sacrificio di Enrico e Giovanni Cairoli"

2. Domenica 29 ottobre, ore 18:30, faremo una riflessione, dopo una relazione del prof. Francesco Menna, sulla battaglia di Caporetto, iniziata il 29 ottobre del 1917, e sul suo effetto sulla prima guerra mondiale e sulla storia e sulla cultura nazionali nei decenni successivi fino ad oggi.

Titolo dell'evento : "Caporetto: la disfatta che portò alla Vittoria"

3. Venerdì 3 novembre, alle ore 18:30, concluderemo la celebrazione del tentativo del 1867 di conquistare Roma da parte dei Volontari italiani, ricordando la battaglia di Mentana, che vide la sconfitta di Garibaldi e dei suoi uomini ad opera degli zuavi francesi e delle truppe pontificie. Verra ricordata la celebrazione letteraria della sconfitta di Mentana ad opera di Giosuè Carducci.

Titolo dell'evento: "Mentana. L'arresto della marcia su Roma di Garibaldi"

Il 4 e 5 novembre, sabato e domenica, nei soliti orari di apertura, saremo presenti con un nostro spazio espositivo come da diversi anni nella fiera Militalia a Novegro di Segrate.

Partecipate!!!

Diffondete le nostre iniziative.

Andrea Benzi

Presidente della Federazione provinciale di Milano dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra


E' in dirittura finale, anche in vista del Congresso Nazionale dell'Associazione, il tesseramento 2015.
L'adesione all'Associazione è fondamentale per sostenerla e fare sì che la stessa continui a svolgere su Milano la sua azione diretta al mantenimento di una cultura e di un'identità fondate sulla storia nazionale, sui fatti di valore, sull'eroismo dei Volontari e degli uomini che hanno combattuto per l'unità, l'indipendenza e la sovranità della Patria.
Senza appoggi concreti, l'Associazione non può andare avanti e lo spazio condotto, ovvero la sua sede e la sala pubblica a disposizione verranno purtroppo rilasciati. Non è la prima volta che torniamo su questo argomento, ma tale evento, a parer nostro nefasto e vergognoso per l'intera comunità, è ormai molto vicino se non incontreremo maggiore solidarietà 
Vi è la fila per sostituirci, nel campo delle onlus, dell'associazionismo sociale e civile.
I locali fanno gola a tanti. I nuovi occupanti tuttavia non avranno le nostre idee e lo spazio verrà irrimediabilmente perso.

Chi crede nei fatti che organizziamo e nei valori che proponiamo e vogliamo difendere, faccia un passo concreto. Se non vuole aderire, contribuisca.

IBAN del conto corrente postale intestato all'Associazione IT 40 J 07601 01600 000037287208


Costo dell'iscrizione (agli interessati verrà inviato un apposito modulo da compilare): 30 euro
Contirbuto straordinario in luogo dell'iscrizione: a piacere.




giovedì 28 settembre 2017

Milano, Lunedì 2 ottobre, h 19:00, "Una Spagna" Ass.Naz. Volontari di Guerra


All'indomani del referendum indetto per la dichiarazione di indipendenza della Catalogna, la Federazione di Milano dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra, organizza un incontro per difendere le ragioni dell'unità politica e territoriale della Spagna, nazione fra le più antiche d'Europa.
Nel silenzio generale, intendiamo ribadire la nostra amicizia al popolo spagnolo ed unirci materialmente ed idealmente a tutti gli amici Spagnoli che vogliono vivere concordi ed uniti nei loro confini naturali e politici, contro ogni egoismo particolaristico, internazionalista e localista, anarcoide e di derivazione economica
Durante il dibattito verrà esibita una bandiera preda bellica dei nostri Volontari nel 1938 e patrimonio dell'Associazione.
Al termine, commemorazione della figura di Manfredi Appiani, volontario dell'aeronautica italiana, caduto nei cieli di Spagna il 29 settembre 1937, medaglia d'oro al valor militare.

Lunedì 2 ottobre, ore 19:00, in Milano, via Duccio di Boninsegna 21/23, sala delle Associazioni, piano rialzato.

Andrea Benzi

Presidente della Federazione provinciale di Milano dell'ANVG "Manlio e Gioacchino Savaré"


lunedì 18 settembre 2017

Il confine dimenticato. Giovedì 21 settembre, h 18:30, ANVG Milano.


Giovedì 21 settembre, alle ore 18:30, presso la sala recentemente acquisita dalla Federazione milanese e che inaugureremo con questa iniziativa, si terrà l'evento: "Il confine dimenticato"

Il 15 settembre 1947 l'Assemblea costituente ratificava il trattato di pace con le potenze vincitrici della seconda guerra mondiale. Il trattato imponeva dolorosi obblighi all'Italia sconfitta: risarcimenti economici, limitazioni di sovranità e di giurisdizione, cessioni territoriali, perdita di tutte le colonie. Le più gravi cessioni territoriali avvennero a favore della Yugoslavia. Ma cessioni di territorio favorirono anche la Francia, che avrebbe preteso molto di più: esse vennero dimenticate in fretta in ragione dei nuovi assetti politici europei ed interni, delle nuove alleanze militari e dello spirito della "cortina di ferro". L'incontro è incentrato sulla esposizione preliminare del trattato di pace del 1947. Verranno quindi illustrate la questione dei confini occidentali, le pretese francesi, le resistenze italiane, e gli avvenimenti fra il 1945 ed il 1947 al confine con la Francia ed in Valle d'Aosta, con indicazione delle parti geografiche del territorio nazionale cedute.

Milano, sala dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra, via Duccio di Boninsegna 21/23, piano terra.

Attenzione: la nuova sala della Federazione milanese è adiacente alla solita sala utlizzata. Vi sono due ingressi: uno già nell'atrio del palazzo, passata la porta a vetri, quasi di fronte a sinistra dell'ascensore. Il secondo ingresso è a sinistra dell'ingresso della sala solitamente usata.

Vi aspettiamo

Avv. Andrea Benzi

Presidente della Federazione di Milano dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra


mercoledì 2 agosto 2017

WELFARE AZIENDALE: GRANDI POSSIBILITA' PER QUEST'ANNO

Il welfare aziendale è una cultura d’impresa che migliora la vita e la qualità del lavoro al dipendente e diminuisce i costi dell’azienda garantendone la produttività. Sono tutti quei benefit e quelle prestazioni che, oltre allo stipendio, sostengono il reddito dei dipendenti e danno piccoli e grandi benefici alla vita privata, con conseguenze tangibili in termini motivazionali e di performance lavorativa.
Esempi: l’azienda che mette a disposizione appartamenti gratuiti al mare per le ferie e rimborsa le spese per asili, scuole, università e master. Possibilità per i lavoratori di usufruire di corsi di formazione on demand, polizze assicurative e buoni regalo per Natale. Di beneficiare di un bonus vita da decine di migliaia di euro, di una banca ore etica e baby week per l’inserimento al nido.
Il 2016 è stato l’anno di svolta, grazie agli incentivi introdotti dalle Legge di Stabilità 2016 e i risultati, a distanza di due anni, parlano da soli: più della metà delle PMI ha iniziato ad utilizzare azioni di welfare e sono raddoppiate le imprese che lo usano intensamente. Un doppio vantaggio se pensiamo che alcune voci non concorrono al reddito e, quindi, non sono tassate in alcun modo.

La legge di Bilancio 2017, oltre ad aumentare il valore del premio di produttività (da 2000 a 3000 euro) convertibile in servizi di welfare, ha esteso la potenziale platea di dipendenti (sale da 50mila a 80mila euro lordi il limite di reddito) che ne possono usufruire ampliando la tipologia di benefit detassati. In particolate, sono esclusi da ogni forma di tassazione i contributi e premi versati dal datore di lavoro per opere e servizi per educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria o culto, per i servizi educativi o scolastici (tra cui mense, centri estivi, borse di studio), per i contributi a prestazioni, anche assicurative, riguardanti il rischio di non autosufficienza o di malattia grave, nonché i sussidi occasionali per rilevanti esigenze personali o familiari del dipendente e, infine, per i servizi di assistenza a familiari anziani o non autosufficienti. Questi benefit sono erogabili anche come ticket cartacei o elettronici.  

sabato 29 luglio 2017

APE SOCIAL : IL DIRITTO ALLA PENSIONE ANTICIPATA

Con l’APE Social si interviene concretamente a favore di chi ha avuto un lavoro particolarmente faticoso o vive una situazione di difficoltà e per questo viene consentito a costoro di andare in pensione prima di quanto preveda la legge Fornero, correggendone uno degli aspetti più sbagliati e socialmente iniqui.
Chi è disoccupato, chi ha problemi di salute e chi ha in famiglia dei disabili, così come chi fa lavori gravosi, potrà andare in pensione a 63 anni, e cioè 3 anni e 7 mesi prima di quanto stabilito dalla legge attuale. E non avrà nessuna decurtazione per questa scelta: un “reddito ponte” lo accompagnerà fino all’età pensionabile prevista. In particolare, per quanto riguarda i requisiti richiesti, serviranno 30 anni di contributi per i lavoratori che hanno esaurito da più di tre mesi l’indennità di disoccupazione, per quelli ai quali è stata riconosciuta una invalidità pari o superiore al 74% e per quelli che assistono da oltre sei mesi un familiare convivente affetto da disabilità grave. Sono richiesti invece 36 anni di contributi per coloro che abbiano svolto in via continuativa per almeno 6 anni lavori gravosi, come l’infermiera o il ferroviere, l’operaio edile e la maestra d’infanzia.
Per quanto riguarda, infine, i lavoratori precoci che si trovino nelle stesse condizioni appena dette, potranno andare in pensione, senza alcuna penalità economica, anche a 62 anni o meno. In questi casi servirà un requisito contributivo ridotto di 41 anni (quota 41) e aver lavorato almeno 12 mesi prima di aver compiuto 19 anni. Alla data di scadenza del 15 luglio 2017 (termine per chi si trovi e potrebbe ritrovarsi nelle condizioni previste dalla legge entro il 31 dicembre 2017) secondo quanto riportato dall’Inps, sono state presentate oltre 66mila domande per Ape social e lavoratori precoci. Chi invece potrebbe ritrovarsi nelle stesse condizioni entro la fine del 2018 ha tempo fino al 31 marzo 2018 per presentare la domanda.